Mons. Angelo Rocca (1545-1620)

Mons. Angelo Rocca

Nato a Roccacontrada nel 1545 morto a Roma nel 1620.
Laureatosi giovanissimo a Padova , entrato nell’Ordine Agostiniano, fu nominato dal Pontefice Sisto V Sovrintendente delle Stamperie Vaticane e Vescovo di Tagaste.
Coltissimo, letterato, mecenate di artisti, affidò la sua immensa collezione di libri e documenti al Convento di Sant’Agostino in Roma e grazie a questo lascito, venne fondata nel 1604 La Biblioteca Angelica, chiamata così in suo onore, la prima biblioteca europea aperta al pubblico. Dal 1975 fa parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Le sue opere di notevole valore per la storia della liturgia e dei testi sacri, sono raccolte nel Thesaurus Ponticiciarum sacrarumque antiquatum.
Scorcio della Biblioteca Angelica Mon. Angelo Rocca fu protettore del Monastero Agostiniano di Roccacontrada da cui proveniva e della sua Città. Commissionò ad Ercole Ramazzani, pittore allievo di Lorenzo Lotto, la prima Pianta Panoramica di Roccacontrada  in rame inserendola nel Teatrum Urbium Italicorum del Bertelli.